narcos

Narcos: un recupero in vista della stagione 2

18 luglio 2016, In: News

Quale occasione migliore di questa estate per recuperare la prima stagione di Narcos e godersi meglio la prossima questo inverno?
È impossibile non aver sentito nominare questa serie e non si può non essere curiosi di fronte a una produzione che ha attirato un così grande numero di telespettatori.
Chi lo ha detto, poi, che i fan più autentici guardano una serie sin dalla prima uscita?
Se inizierete a immergervi nel mondo di Narcos ora, tra un bagno e l’altro sotto l’ombrellone, ve ne appassionerete subito.

La serie tv, al crocevia tra i generi drammatico e poliziesco, è stata ideata e prodotta da Chris Brancato, Carlo Bernard e Doug Miro.
La prima stagione di Narcos si compone di 10 episodi della durata di circa 50 minuti ciascuno ed è stata rilasciata totalmente (come è prassi di Netflix) sulla piattaforma di streaming online più famose del mondo il 28 agosto 2015.

Narcos narra le vicende del famigerato re della droga Pablo Escobar.
In particolar modo (e come è facile immaginare), questa stagione si concentra su una fase precisa della sua vita: la fine degli anni ’70, quando Escobar decide di darsi totalmente alla produzione e al traffico della cocaina.
Le sue attività destano i sospetti della polizia, che riesce a catturarlo e a confinarlo nella prigione di La Catedral.
Non passa molto tempo prima della sua evasione: è il 1992 quando Escobar si costruisce la strada per il ritorno alla libertà.
Negli episodi di Narcos vengono presentati i principali eventi accaduti in Colombia e nei quali Pablo Escobar ha giocato un ruolo notevole durante questo lasso di tempo.
Le vicende sono filtrate attraverso la prospettiva di Steve Murphy, un agente della DEA che lavora in Sud America.
Murphy, non a caso, è proprio uno dei due agenti statunitensi inviati in Colombia con l’incarico di catturare e uccidere Escobar, il principale responsabile della straordinaria diffusione della cocaina verso gli Stati Uniti e l’Europa degli anni ’80.
Tra le cause del boom della domanda e del consumo sta infatti il cartello di Medellín creato dal boss della droga in questione, divenuto miliardario in virtù di esso.

Lascia un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Articoli Recenti

orange-is-the-new-black
6 dicembre 2016
westworld
true-blood
the-crown
3 dicembre 2016
sherlock
divorce
game-of-thrones
30 novembre 2016
supergirl
29 novembre 2016
greys-anatomy
28 novembre 2016