Mr. Robot

Mr. Robot: tra hackers e mondi virtuali

15 marzo 2016, In: News

È arrivata nel nostro paese la serie Mr. Robot, una produzione a stelle e strisce che si deve a Sam Esmail.
Il primo episodio del telefilm ha debuttato negli Stati Uniti a fine giugno 2015, riscuotendo un successo tanto grande quanto inaspettato e inducendo il produttore a pensare già a una seconda stagione.

In Italia, i primi capitoli di Mr. Robot sono stati trasmessi da Mediaset Premium Stories e già si grida anche qui al capolavoro: la serie viene vista come un corrispondente, per il piccolo schermo, di pellicole di culto del calibro di Pulp Fiction, Swordfish, Public Enemy e Fight Club.

Vediamo però nel dettaglio cosa rende Mr. Robot un prodotto tanto apprezzato.
Al centro della serie troviamo il bizzarro Elliot Alderson (Rami Malek), un giovane ingegnere della Grande Mela allergico ai rapporti umani, vittima delle sue paranoie e dipendente da morfina.
Come se tutto questo non bastasse, l’ingegnere ha una doppia vita: di giorno lavora per la Allsafe Security, una società informatica, mentre di notte si trasforma in un hacker.
Elliot è stato infatti adescato da Mr. Robot (Christin Slater), un anarchico-insurrezionalista avvolto da un alone di mistero a capo degli hacktivisti collettivamente noti come Fsociety.
Fsociety si pone due obiettivi fondamentali: liberare l’umanità dai debiti contratti con le banche e smascherare i corruttori che stanno riducendo a brandelli il mondo.
Il motivo per cui Elliot si ritrova in Fsociety è il desiderio di vendetta contro uno dei principali obiettivi degli hacktivisti: la multinazionale E Corp, responsabile di un disastro ambientale che ha condotto alla morte il padre dell’ingegnere e la madre di Angela Moss (Portia Doubleday), sua cara amica d’infanzia nonché collega alla Allsafe.
Ironia del destino, E Corp è una cliente di Allsafe, affidata proprio ad Alderson e la compagnia informatica sta per subire un attacco informatico senza precedenti.

Mr. Robot tiene incollati i telespettatori allo schermo perché al di là del mistero e della curiosità che ogni puntata porta con sé, il telefilm tratta temi di estrema attualità e stimola anche a riflessioni di carattere esistenziale.

Tutto questo fa di Mr. Robot un prodotto che vale senza dubbio la pena di esser visto, ed è per questo che la produzione sta pensando ad una seconda stagione.

Lascia un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Articoli Recenti

westworld
true-blood
the-crown
3 dicembre 2016
sherlock
divorce
game-of-thrones
30 novembre 2016
supergirl
29 novembre 2016
greys-anatomy
28 novembre 2016
gossip-girl
27 novembre 2016