mozart-in-the-jungle

Mozart in the Jungle e gli altri titoli di Amazon Prime Video

9 settembre 2016, In: News

Mozart in the Jungle è la serie più famosa del colosso dell’ e-commerce che ha deciso di buttarsi anche nel mondo della serialità italiana.
Amazon scende in campo nel nostro paese diventando un pericoloso concorrente per Netflix, Now TV, Sky, Chilli, Infinity e Telecom.
Stando a quanto di recente pubblicato sul giornale di hi-tech DDay, l’arrivo della piattaforma di streaming in Italia è previsto per fine anno e molto probabilmente avrà luogo a novembre.
L’abbonamento ad Amazon Prime Video ammonterà a 7,99 euro al mese e darà agli utenti la possibilità di vedere su vari dispositivi non solo serie tv, ma anche film documentari e molto altro, sempre e rigorosamente in HD.

Amazon non è un novellino per quanto concerne la produzione di titoli originali: negli USA, non a caso, ha prodotto serie tv famose come Transparent, Mozart in the Jungle, The Man in the High Castle e Bosch.
Amazon ha anche curato esempi di giornalismo televisivo (come per esempio The New Yorker Presents) e si è occupata della produzione di film di registi del calibro di Spike Lee, Ridley Scott, Steven Soderbergh e Nicolas Winding Refn.
Il prossimo 30 l’azienda leader dell’e-commerce lancerà la prima serie tv che porta la firma del grande inglese Woody Allen.
Questa, che sarà una commedia dai toni drammatici, avrà come titolo Crisis in Six Scenes e come protagonista la chiacchieratissima popstar Miley Cyrus.

Come si è già specificato, però, il titolo di punta di Amazon Prime Video è Mozart in the Jungle, arrivato ormai alla sua terza stagione.
Nel nostro paese questa serie era stata inizialmente trasmessa da Sky Atlantic, il canale di Sky interamente dedicato alla serialità.
Sesso, droga e musica classica: ecco riassunta la trama di questo telefilm che si ispira a un libro di memorie omonimo firmato dall’oboista Blair Tindall e pubblicato nel 2005.
In queste pagine, così come nella serie, il musicista parla della sua carriera professionale a New York, durante la quale si è trovato a suonare in complessi musicali di alto profilo, tra cui la New York Philharmonic e le orchestre di diversi musical di Broadway.

Lascia un commento

Articoli Recenti

una-mamma-per-amica
9 dicembre 2016
the-vampire-diaries
8 dicembre 2016
braccialetti-rossi
7 dicembre 2016
orange-is-the-new-black
6 dicembre 2016
westworld
true-blood
the-crown
3 dicembre 2016
sherlock
divorce