Lost

Lost e i finali di stagione che fanno ancora discutere

4 giugno 2015, In: News, Trama

È davvero sempre un brutto momento quando una serie TV alla quale siamo affezionati volge al termine, magari nella speranza che a sorpresa possa essere confermato il rinnovo della stagione successiva.

Ed è quanto hanno vissuto i milioni di fan che, con non poche critiche, hanno guardato minuto per minuto l’ultima puntata di Lost, creata da J.J. Abrams, che in quel memorabile 23 maggio del 2010 ha tenuto incollati sui teleschermi 13.5 milioni di telespettatori, anche se i risultati migliori sono arrivati dal web con un milione di utenti in giro per il mondo pronti a scaricare la puntata o a vederla in streaming.

A lasciare con l’amaro in bocca non è stata soltanto la decisione della ABC di concludere la serie, che era arrivata ormai alla sesta stagione, ma anche la scelta del finale e di come questo sia stato costruito.

Definito da molti ambiguo, segue una struttura circolare, propria di chi vuole lasciare un finale avvolto nel mistero, che si aggancia con magistrale simmetria ai primi secondi della serie.

L’unica differenza: l’inquadratura stretta sull’occhio destro del protagonista Jack Shephard (Matthew Fox), mostra l’occhio che invece di aprirsi, come nella sequenza iniziale, si chiude, dando un gesto di commiato ai telespettatori.

Un finale che tra flash forward e presente, per la maggior parte del pubblico, ha annullato tutto ciò che è accaduto durante le sei stagioni.

Con il senno di poi, infatti, l’evoluzione della storia (che alle volte toccava picchi inverosimili) e la costruzione dei personaggi hanno finito per non avere più senso. Gli autori volevano dare ai personaggi e al loro stato di abbandono un finale spirituale, seguendo una specie di Teoria del Big Bang, dove a ogni domanda corrisponde un’altra domanda, lasciando così (molti) interrogativi irrisolti e lasciandoci più confusi che sorpresi.

Ma, oltre a quello di Lost, tra le serie più famose sono da ricordare altri cliffhanger degni di nota, come nella fine della quinta stagione di Buffy, dove l’ammazzavampiri muore per poi risorgere nella stagione successiva; in Heroes, con Claire Bennet che decide di rivelare al mondo i suoi poteri; oppure Marissa che perde la vita in un inseguimento automobilistico chiudendo la terza stagione di The O.C.; ancora, il finale di Dexter, dove, dopo la morte di Debra, vengono ritrovati in mare i pezzi dell’imbarcazione del protagonista, facendolo credere morto, piuttosto che ancora vivo e con un’altra identità.

Questi sono solo alcuni dei finali che ci hanno commosso, lasciati sorpresi o con il fiato sospeso. Agli spettatori la decisione di quale sia il migliore (o peggiore).

Lascia un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Articoli Recenti

solo
10 dicembre 2016
una-mamma-per-amica
9 dicembre 2016
the-vampire-diaries
8 dicembre 2016
braccialetti-rossi
7 dicembre 2016
orange-is-the-new-black
6 dicembre 2016
westworld
true-blood
the-crown
3 dicembre 2016
sherlock