Agents of Shield

In Tv spopolano i personaggi Marvel

23 novembre 2015, In: News

In seguito al successo al cinema del film The Avengers, nel 2012 viene confermata la produzione della prima stagione della serie tv Agents of S.H.I.E.L.D., che portava in tv le vicende di Phil Coulson, già apparso nel film e interpretato da Clark Gregg. Presi già in considerazione i big, le grandi case di produzione si sono dedicate a quelli che potremmo considerare dei personaggi secondari del mitico universo Marvel. Così si è cercato di dare delle peculiarità specifiche a questi personaggi sconosciuti ai più, in modo tale da poter interessare anche a un pubblico più vasto e non necessariamente amante dei fumetti.

Agents of S.H.I.E.L.D. è una serie incentrata sul supereroe Phil Coulson, che deve guidare la sua squadra di agenti S.H.I.E.L.D., per riuscire a fronteggiare e distruggere nemici insoliti come l’HYDRA e gli Inumani.

Con l’avvento di Agents of S.H.I.E.L.D., infatti, si sono succeduti sia al cinema che in tv, storie incentrate sugli altri personaggi dell’universo Marvel, basti pensare ai Guardiani della Galassia e Ant-Man, per quanto riguarda i film, oppure, oltre alla serie sullo S.H.I.E.L.D., all’Agente Carter, serie dedicata all’amata di Capitan America, entrambe prodotte da ABC.

Mentre dall’accordo stipulato tra Netflix e Marvel, si è deciso di portare un ulteriore contributo alle serie tv dedicate ai supereroi, con due prodotti esclusivi Daredevil e Jessica Jones. A queste due prime serie, Netflix non si limiterà a portare in tv soltanto questi due supereroi, infatti, seguiranno anche Luke Cage, Iron Fist e la miniserie The Defenders. In ogni caso si cercherà di portare in tv dei personaggi che si trovano al confine tra l’essere considerati dei supereroi e allo stesso tempo degli anti-eroi, proprio come la tradizione Marvel ci ha abituati. I personaggi saranno caratterizzati da complesse sfumature psicologiche, che cercheranno sempre di portare a temine una vedetta personale, muovendosi per la salvaguardia del prossimo, e parallelamente affronteranno tutti quei problemi tipici della quotidianità dell’essere umano. La costruzione del personaggio, che si basa su queste caratteristiche, è studiata affinché il supereroe possa essere visto di buon occhio dallo spettatore, così da contribuire al tipico processo di identificazione con il personaggio televisivo.

Lascia un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Articoli Recenti

the-vampire-diaries
8 dicembre 2016
braccialetti-rossi
7 dicembre 2016
orange-is-the-new-black
6 dicembre 2016
westworld
true-blood
the-crown
3 dicembre 2016
sherlock
divorce
game-of-thrones
30 novembre 2016