Game_of_Thrones

Game of Thrones, scene forti nella quinta stagione

4 giugno 2015, In: News, Trama

Games of Thrones, alla quinta stagione, mostra scene raccapriccianti. Si tratta di una violenza sessuale su una delle protagoniste, Sansa Stark, interpretata da Sophie Turner, principessa del regno di Grande Inverno e  moglie di Tyrion Lannister.

Nella puntata Sansa Stark è costretta a sposare Ramsay Bolton, per questioni di sovranità sul regno. Come sanno gli appassionati, Ramsay Bolton è uno dei personaggi più oscuri e crudeli della saga, noto per aver evirato il suo nemico più acerrimo per trasformarlo in suo servitore e non si smentisce neanche durante la prima notte di nozze con la principessa Sansa. In effetti  viene messo in atto un vero stupro nei confronti della moglie, colpevole di non volersi concedere al crudele sposo.

La scena ha ovviamente suscitato qualche polemica, per la violenza nei confronti di una donna,  ma anche per il fatto che nell’opera dell’autore George R.R. Martin, dal quale è tratta la serie TV questo episodio non è descritto.

Gli sceneggiatori hanno quindi volutamente calcato la mano sula parte del racconto nella quale un matrimonio di interesse si trasforma in un incubo per la sposa. Ma non è questa la scena più cruenta della serie, dove compaiono crani spappolati, donne incinta pugnalate nello stomaco e cuori di cavallo mangiati senza cottura.

Del resto la serie TV, vincitrice degli Emmy Awards, è ambientata in un periodo storico durante il quale la violenza era comunemente praticata, anche nei confronti dei più indifesi.

In Italia ne hanno comunque parlato i giornali: è stata considerata una scena non funzionale al racconto – che Ramsay Bolton fosse uno dei personaggi più crudeli ed animaleschi era già sufficientemente evidente – e che affronta un tema sensibile, quello della violenza sulle donne, che mai come in questo periodo, soprattutto in alcuni Paesi del mondo, è particolarmente sentito.

C’è un limite alla fantasia degli autori? Ha senso modificare una storia tratta da una saga composta da libri tra i più venduti in questi ultimi anni?

Certo la ricerca di attrarre il pubblico con scene forti, di creare – perché no? – una eco mediatica, è uno degli strumenti degli sceneggiatori di serie televisive per aumentare l’audience, ma ogni spettatore ha la sua idea su questo tipo di messaggi lanciati al grande pubblico.

Lascia un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Articoli Recenti

westworld
true-blood
the-crown
3 dicembre 2016
sherlock
divorce
game-of-thrones
30 novembre 2016
supergirl
29 novembre 2016
greys-anatomy
28 novembre 2016
gossip-girl
27 novembre 2016