FRINGE

Fringe in Home Video ma si poteva fare di più

8 luglio 2015, In: News

Tutti gli appassionati italiani di telefilm e fantascienza, preferibilmente miscelati insieme, hanno dovuto attendere il 13 maggio per procurarsi il cofanetto completo delle prime due stagioni di Fringe.
La SERIE TV uscita nel 2008 negli Stati Uniti si ispira dichiaratamente alla saga di X–Files ed effettivamente si inserisce nella categoria sci-fi.
Anche per questo è stata fin da subito apprezzata da un pubblico rimasto orfano dell’agente investigativo Fox Mulder. Ciò non toglie nulla all’originalità della SERIE ideata, tra gli altri, da J.J. Abrams: lo stesso di Lost che, memore di quella esperienza, ha optato in Fringe per una trama meno complicata e capace di mantenere un filo conduttore anche perdendo qualche puntata.
Il plot prende le mosse dal misterioso avvenimento accaduto ad un aereo della tratta Amburgo – Boston. Una volta atterrato si scopre, infatti, che tutti i passeggeri del volo sono morti. A questo punto l’agente federale Olivia Dunhum incaricata del caso decide di contattare Walter Bishop: uno scienziato ma non uno scienziato qualsiasi.
Egli aveva lavorato per la Divisione Fringe dell’FBI, quella che si occupa della cosiddetta “scienza di confine” per poi venire internato in una clinica psichiatrica in seguito ad un incidente di laboratorio. Saranno questi i primi due protagonisti della squadra che verrà completata dal figlio di Walter, Peter Bishop, geniale come il padre ma di indole truffaldina.
Tutti gli episodi sono collegati da una storyline attraverso la quale conosciamo meglio i protagonisti e trovano una soluzione fatti apparentemente inspiegabili. Dopo l’ultima puntata della saga gli appassionati hanno atteso per due anni la versione home video del telefilm e finalmente quest’anno sono stati soddisfatti…ma solo in parte.
Infatti i due cofanetti usciti lo scorso maggio comprendono solo le prime due stagioni con i loro 42 episodi suddivisi su 13 DVD.
Ma altri sono i dettagli che hanno lasciato l’amaro in bocca ai fan. Prima di tutto l’assenza della versione in Blu-Ray e, soprattutto, i mancati contenuti extra: niente gag, niente interviste, niente scene tagliate.
Solo un episodio, Resurrezione, viene reclamato come “speciale” ma in realtà è andato in onda come tutti gli altri.
Ci si può aspettare di più dalle prossime uscite?

Lascia un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Articoli Recenti

orange-is-the-new-black
6 dicembre 2016
westworld
true-blood
the-crown
3 dicembre 2016
sherlock
divorce
game-of-thrones
30 novembre 2016
supergirl
29 novembre 2016
greys-anatomy
28 novembre 2016