donmatteo

Don Matteo: al via lo spin-off

12 luglio 2016, In: News

Il successo di Don Matteo sembra crescere ogni anno di più, al punto che è nato anche uno spin-off della celeberrima fiction Rai: è Compimenti per la connessione.
Sono Nino Frassica e Simone Montedoro i protagonisti di questa serie che va in onda dallo scorso lunedì 11 luglio a partire dalle ore 20,30 su Rai1.
Dal lunedì al venerdì, il maresciallo Cecchini e il capitano Tommasi impartiranno lezioni di Internet al pubblico della prima rete.
Ma come? Assistendo alle lezioni che Tommasi darà a Cecchini.
Gli argomenti sono molteplici: come spedire una mail, come usare un motore di ricerca, come inserire una password, come godersi un programma in streaming e addirittura come fare un selfie.
Complimenti per la connessione è un prodotto targato Lux e creato in collaborazione con Rai Fiction.
A occuparsi della regia è di Valerio Bergesio.

Le puntate della miniserie nata da Don Matteo, sono 20 e ciascuna ha una durata di circa 6 minuti.
Interrogato su questo suo nuovo progetto, Nino Frassica ha detto: “Insegneremo al pubblico a diventare digitali”.
Frassica si è anche occupato della sceneggiatura della serie, assieme a Marco Diotallevi e Fabio Morici.
Molto entusiasta si è dichiarato poi Simone Montedoro: “la serie di sketch mi offre la possibilità di fare battute e gag che non posso permettermi in Don Matteo dove ho un ruolo istituzionale”.
L’attore ha continuato: “Utilizzeremo un linguaggio semplice e atmosfere a metà strada tra la sketch comedy e la favola. Ad esempio per far capire come si spedisce una mail proporremo la metafora della colomba che trasporta il messaggio da un computer all’altro”.

La Rai ha investito molto in questo esperimento di digitalizzazione del pubblico televisivo.
Non è un caso che alla presentazione della serie sia intervenuto niente meno che il direttore generale Antonio Campo Dall’Orto il quale ha precisato che il progetto si inserisce nel nuovo percorso culturale e informativo della tv pubblica.
Campo Dall’Orto ha specificato come non basti rivolgersi solo ai più giovani, ma sia necessario fare qualcosa anche per i telespettatori più avanti con gli anni.

Proprio per centrare questo obiettivo, si è scelta la collocazione di massimo ascolto, la fascia dell’access prime time, subito dopo il Tg delle 20. E questo è il maggior contributo che Rai 1 possa dare alla divulgazione della digitalizzazione” ha dichiarato Andrea Fabiano responsabile di Rai1.

Lascia un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Articoli Recenti

westworld
true-blood
the-crown
3 dicembre 2016
sherlock
divorce
game-of-thrones
30 novembre 2016
supergirl
29 novembre 2016
greys-anatomy
28 novembre 2016
gossip-girl
27 novembre 2016