bloodline

Bloodline: con la stagione 3 diremo addio ai Rayburn?

18 settembre 2016, In: News

A dispetto del buon successo di pubblico e le innumerevoli nomination agli Emmy che la serie tv Bloodline ha ricevuto nel corso delle sue prime due stagioni, Netflix ha preso la decisione di cancellare uno dei suoi prodotti originali più riusciti al termine del suo terzo capitolo.

In realtà, un po’ ce lo aspettavamo: qualche mese fa, infatti, non sapevamo nemmeno se un Bloodline 3 avrebbe visto la luce, date le continue difficoltà economiche della produzione, che si era vista negare dallo stato della Florida gli incentivi pubblici volti a sostenere le iniziative cinematografiche e televisive lì ambientate.
È questo il medesimo motivo per cui, in mancanza del salvataggio da parte di un’altra casa di produzione, Netflix si è dichiarata costretta ad annunciare la chiusura dei battenti per la serie.

In precedenza Bloodline aveva beneficiato di ben 300 milioni di dollari (da dividere con un altro telefilm girato in Florida dal titolo Ballers) a titolo di finanziamento, che tuttavia si sono rivelati insufficienti.
La somma, per quanto ingente, ha infatti coperto soltanto le riprese della terza stagione, essendosi rivelati i costi di produzione più esosi del previsto.
Va poi precisato che, sempre a causa delle ristrettezze economiche, Bloodline 3 (che verrà caricata su Netflix nel luglio 2017) si comporrà di soli 10 episodi, tre in meno rispetto al numero ufficiale annunciato in precedenza.

A rimanere amaramente delusi dalla sospensione forzata della saga dei Rayburn, sono stati non solo i fan, ma anche gli showrunner Todd Kessler, Glenn Kessler e Daniel Zelman.
Il trio, infatti, in occasione di varie interviste aveva affermato di aver già approntato la sceneggiatura di ben 6 stagioni per Bloodline.

Non bisogna però disperare: il problema dei fondi pubblici, infatti, potrebbe essere risolto facendo traslocare il set in uno stato più prodigo in fatto di finanziamenti.
L’altra opzione sarebbe l’acquisto di Bloodline da parte di un network talmente interessato alla continuazione della serie da acquistarne i diritti e contribuire agli esorbitanti costi di produzione della Florida.
Insomma, anche se per il momento nessuno si è fatto avanti, non è ancora detta l’ultima parola per John & Co!

Lascia un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Articoli Recenti

westworld
true-blood
the-crown
3 dicembre 2016
sherlock
divorce
game-of-thrones
30 novembre 2016
supergirl
29 novembre 2016
greys-anatomy
28 novembre 2016
gossip-girl
27 novembre 2016