the-path-aaron-paul-image_1531.0.0

Aaron Paul: da Breakig Bad a The Path

20 aprile 2016, In: News

The Path, la serie tv che racconta le verità scomode delle sette religiose e i loro intrighi mirati al proselitismo, ha debuttato lo scorso 30 marzo su Hulu.
Già dopo i primi due episodi (dal titolo What the Fire Throws e The Era of the Ladder) ha iniziato a far discutere, trattando un tema molto spinoso, soprattutto negli Stati Uniti, dove le sette sono molto influenti.

Creata da Jason Katims e Jessica Goldberg, The Path vede al suo centro le vicende dei meyeristi, un gruppo di fedeli raccoltisi attorno a Steve Meyer, un dubbio personaggio recluta vittime prettamente tra quanti si trovano ai margini della società.

La serie tv porta lo spettatore dritto nella quotidianità delle sette, che vede una lunga lista di pratiche e riti volti a rafforzare il rapporto tra gli adepti.
Lo scopo di tutto ciò? Renderli un blocco unico cui limitare la volontà tramite condizionamenti psicologici.
In questa rete sono finiti anche il protagonista Eddie, cui dà il volto Aaron Paul, e la moglie Sarah, complice un passato da dimenticare.
Nell’uomo, però, scatta qualcosa e il sospetto lo induce a indagare su Meyer, scoprendo delle verità scottanti.

Prima di ottenere questo ruolo di protagonista, Aaron Paul aveva vestito i panni di Jesse Pinkman in Breaking Bad.
Proprio come Jesse, dipendente da metanfetamina apparso accanto al Bryan Cranston, anche Eddie deve fare i conti con la tossicodipendenza, mentre un istinto irrefrenabile lo porta a sovvertire qualsiasi tipo di regola.
Intanto, pare che Paul comparirà anche in Better Call Saul, lo spin off di Breaking Bad che si concentra sulla vita dell’avvocato Goodman.

L’interpretazione di Aaron Paul è stata rubricata dai critici come uno dei pochi aspetti pregevoli di The Path che, forse perché siamo ancora agli inizi, non ha generato grandi entusiasmi.
La trepidazione legata alla sua uscita si è sostituita a un giudizio mediocre espresso per i primi due episodi.
Lentezza, poco mistero e addirittura una colonna sonora non azzeccata sono quanto viene rimproverato alla produzione.
Senza contare che, vista la somiglianza tra il Meyerismo e Scientology, i guai potrebbero essere proprio dietro l’angolo.

Lascia un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Articoli Recenti

braccialetti-rossi
7 dicembre 2016
orange-is-the-new-black
6 dicembre 2016
westworld
true-blood
the-crown
3 dicembre 2016
sherlock
divorce
game-of-thrones
30 novembre 2016
supergirl
29 novembre 2016